Sint MarteenTradizioni, Storia e Cultura

Maho Beach, la spiaggia…in aeroporto!

Durante il breve tour nell’isola di Saint-Martin, la sosta che maggiormente ci ha incuriosito e divertito è stata quella alla spiaggia di Maho Beach, famosa per essere sorvolata a bassissima quota dagli aerei che atterrano nell’attigua pista di soli 2300 metri dell’aeroporto internazionale “Principessa Giuliana” di St Maarten, situato nella parte “olandese” dell’isola.

Sebbene si tratti di uno scalo internazionale, da cui cui transitano ogni mese migliaia e migliaia di viaggiatori, soprattutto turisti, questo aeroporto è davvero unico nella sua struttura, e gli atterraggi si caratterizzano per un livello di difficoltà davvero altissimo vista la modesta lunghezza della pista situata immediatamente a ridosso della spiaggia.

Un piccolo aereo in fase di atterraggio

La spiaggia è carina ma niente di particolare se la paragoniamo alla vicina Mullet Bay tanto più che è abbastanza piccola e molto affollata di turisti in attesa delle partenze e degli arrivi soprattutto dei grandi velivoli ma anche di piccoli aerei che hanno ovviamente frequenze molto più ravvicinate.

Tra la pista e la spiaggia vi è una strada a due corsie ridotte e la recinzione sulla quale sono apposti diversi cartelli che avvisano dei rischi di incidenti derivanti dallo spostamento dell’aria dovuto ai velivoli in partenza.

Uno dei cartelli che avvisa del pericolo

Seppur non proprio a ridosso della coda dell’aereo, anche noi veniamo quasi travolti dall’aria dei motori di un boeing in partenza che oltre a scaraventare qualche bagnante poco attento a terra, fa volare asciugamani, borse, cappelli e tanto altro a decine di metri di distanza.

Valeria stravolta dalla partenza di un boeing

Meno pericolo ma altrettanto divertente è assistere agli atterraggi, specie degli aerei più grandi che sorvolano le nostre teste a poche decine di metri.

Certamente per chi visita l’isola anche solo per una giornata, come nel nostro caso, una sosta in questa singolare spiaggia è quanto meno consigliabile e, se proprio non si vuole assistere “in prima fila” agli arrivi o partenze degli aerei, si può sempre optare per una fresca bibita da gustare nei chioschetti situati ai lati della piccola baia.